domenica 15 gennaio 2012

Gocce d'acqua

-Articolo e foto di Marco Spigolon-



COME SI FA A FOTOGRAFARE LE GOCCE:

Questo è il piccolo set autocostruito....
in alto sopra il forno si puo' notare appoggiato sopra un normale tagliere da cucina una tazza da caffelatte riempita di acqua da cui esce un tovagliolo... (i libri servono x fare da contrappeso visto che il tagliere è per oltre 3/4 di superficie senza piano d'appoggio...potete usare anche il corano o la bibbia basta che siano belli pesanti altrimenti si ribalta tutto!!!)
la tazza è la cosidetta macchina crea gocce....infatti il tovagliolo è per metà immerso nella tazza che è piena d'acqua e per l'altra è sospesa a mezz'aria e per via del principio di capillarità dell'acqua, una volta che il tovagliolo è inzuppato continua a far cadere gocce.
In basso c'è una normale ciotola di plastica arancione portafrutta riempita d'acqua dove le gocce vanno a schiantarsi.
Per fotografare ho messo la macchina su cavaletto equippaggiata con il 90 mm Macro.
ho impostato messa a fuoco manuale e diaframma molto chiuso intono a f20-f30 con tempi intorno a 1/400 secondi..
Di lato poi avevo il flash esterno che comandato dalla d700 illuminava la ciotola dalla sinistra congelando cosi il momento dell'impatto.
Per Il resto si tratta di beccare il momento esatto dello schianto...diciamo che va a fortuna.
I colori delle foto sono stati ottenuti cambiando semplicemente il bilanciamento del bianco in INCANDESCENZA cio' ha creato dei riflessi bluatsri-verdastri insieme all'arancione della ciotola che a me piaciono molto.

Ecco alcune delle foto scattate:






5 commenti:

  1. Ma che meraviglia! 0_0 Complimenti! io sono una schiappa a fare foto, perfino con le macchinettine da prima comunione, ma il mio ragazzo si è cimentato spesso con prove del genere. gli farò leggere questo post, sono sicura che resterà a bocca aperta anche lui ;)

    RispondiElimina
  2. Grazie Natadimarzo e Artep... sono contento che vi piacciono le foto!!! magari prossimamente farò delle altre sperimentazioni illustrando le tecniche, sempre con soggetti che si possono trovare in casa!!! e grazie anche alla Tana dei Lupi che ha pubblicato le foto!!

    RispondiElimina
  3. Grazie Gitano per la concessione! ;)

    RispondiElimina

Ti potrebbero anche interessare

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...